Categoria: 5G

5G: calamità da temere o rivoluzione tecnologica per le nostre aziende?

5G: calamità da temere o rivoluzione tecnologica per le nostre aziende? Nonostante il lavoro incessante di contrasto alla diffusione delle fake news sul web, quella del 5G è stata una delle più insidiose da sradicare in piena pandemia da Covid-19. Secondo alcuni, infatti, ci sarebbe stato un forte collegamento tra la diffusione del virus Covid-19 e la rete 5G. I più audaci hanno addirittura affermato che fu proprio la connessione 5G a dare inizio alla pandemia. Bufala o meno che sia, da alcuni questa notizia è stata presa molto seriamente, finendo per provocare incendi ai danni di centraline del telefono in Inghilterra.  Le persone, infatti, arrivarono a convincersi che dentro queste centraline si nascondesse il mostro 5G, cosa ovviamente falsa. La domanda che, quindi, oggi ci poniamo è: il 5G fa davvero male?! Esistono prove scientifiche che hanno permesso la diffusione di queste notizie allarmistiche, oppure è stata soltanto una bufala infondata? Per arrivare alla risposta, dobbiamo fare un passo indietro e porci prima un’altra domanda: Cos’è questa tanto temuta connessione 5G?  Cos’è esattamente il 5G? Definizione e vantaggi Con il termine 5G si intendono “tecnologie e standard di nuova generazione per la comunicazione mobile”. Infatti “5G” è proprio la sigla di “quinta generazione”, ossia la nuova generazione della comunicazione mobile, che segue a quella 2G, 3G e 4G.  Questa è la nuova tecnologia di connessione che presto tutti gli smartphone utilizzeranno, ma anche tutti gli oggetti dotati di connessione, come elettrodomestici, macchinari industriali o automobili. Una delle maggiori rivoluzioni che la rete 5G ha apportato è proprio quella di consentire molte più connessioni ad alta velocità in contemporanea. Se però, la connessione 4G poteva essere considerata una semplice evoluzione della connessione 3G, con la 5G si parla di una vera e propria rivoluzione nell’ambito della rete mobile. Essa non solo aumenta di 10 volte la velocità di trasmissione e di risposta, ma ha caratteristiche tecniche completamente diverse, attuando una gestione delle comunicazioni che si discosta totalmente dalla sua predecessora, rendendola desueta. Fin qui tutto bene. Se questa tecnologia è davvero così straordinaria, da dove e perché è nata la paura che possa causare danni alla salute? L’origine delle bufale sul 5G Ciò che ha spaventato i molti è in gran parte il fatto che la nuova connessione viaggia su frequenze più elevate rispetto a quelle precedenti. Il timore è che queste frequenze potrebbero causare danni ed interferire con il Dna umano. Proprio da questo punto nasce la teoria che connette il 5G alla diffusione del virus Covid-19 e che più in generale le attribuisce una presunta pericolosità per la salute. I dati scientifici che abbiamo a disposizione fino ad oggi, però, smontano questa teoria del terrore, poiché la rete delle antenne, che recepiscono le stesse frequenze, utilizzano segnali di potenza decisamente inferiori.  Non solo, le onde incriminate che potrebbero causare danni al DNA, in realtà, non hanno di per sé l’energia sufficiente per penetrare in profondità nei tessuti umani e per causare alcun tipo di danno agli stessi. Il 5G è davvero pericoloso?! Sommando tutti i fattori a disposizione, il risultato che viene fuori è quello di una rete che nella teoria si pensa abbia effetti negativi paragonabili o addirittura inferiori a quelli dei suoi avi.  Resta, però, fermo il fatto che servono anni per valutare le conseguenze di una tecnologia sulla salute.  L’arco temporale è talmente lungo da non essere passato sufficiente tempo neanche per capire e studiare a pieno le conseguenze del 2G, figuriamoci quelle del 5G. Ciò che la scienza ha per ora fornito come dati consola e ridimensiona decisamente l’allarme lanciato nei mesi scorsi da alcuni media della disinformazione. Insomma, non c’è nulla da temere: ad oggi non esiste nessuna dimostrazione su cui basare alcun tipo di preoccupazione legittima. Anzi, sulla base di quanto sappiamo, sono decisamente più numerosi i motivi di entusiasmo verso questa rivoluzione nel mondo della connessione, che quelli per cui preoccuparsi. La domanda focale a questo punto diventa: perché il 5G è una svolta per la tua azienda? I benefici del 5G sulla tua realtà aziendale L’aspetto migliorativo più evidente è sicuramente quello legato alla velocità della connessione aziendale. Come abbiamo già riferito, il 5G abbatte i tempi della connessione 4G e garantisce una velocità di trasmissione senza eguali: i tempi di risposta sono estremamente più rapidi, per l’esattezza 10 volte inferiori rispetto all’anziana e desueta 4G. La quinta generazione di connessione dà, inoltre, la possibilità di connettere contemporaneamente un numero decisamente superiore di dispositivi alla stessa rete. Non solo, nelle reti 5G gran parte del lavoro è svolto dal sistema di antenne e non dalla componente hardware dello smartphone. Questo comporta un risparmio energetico non indifferente di cui beneficerà l’ambiente ma anche la durata media della batteria dei dispositivi connessi.  Se sul consumatore finale l’impatto si potrebbe dire relativo, per un’azienda i vantaggi diventano abissali. Un parco macchine interconnesso grazie all’IoT e al 5G porta, infatti, a dei vantaggi competitivi non indifferenti.  Sfruttare il potenziale del 5G ti permette di: Gestire contemporaneamente un maggior numero di processi industriali; Avere connessioni con tempi di risposta minimizzati; Controllare i processi in tempo reale; Avere disponibilità immediata dei dati necessari per ottimizzare la produzione;  Incrementare la sicurezza dell’intero processo aziendale. Anche tu vuoi il potere delle nuove connessioni nella tua azienda? Quello del 5G e dell’evoluzione aziendale è un discorso molto ampio, che si sposa bene con i vantaggi e le opportunità legate all’industria 4.0, che non avremo lo spazio necessario per approfondite in questa sede. Se vuoi saperne di più puoi trovare tutte le informazioni leggendo questo articolo: clicca qui. Per concludere, se fino al 4G l’evoluzione è stata evidente, arrivati a questo punto si può legittimamente parlare di una vera e propria rivoluzione della connessione mobile, rispetto a come l’abbiamo conosciuta finora. La connessione 5G è ancora agli albori rispetto al suo massimo potenziale. Sei ancora in tempo per cogliere questa rivoluzione tecnologica, ma non ti rimangono molti anni per cavalcare questa onda di cambiamento. Per scoprire se anche la

Leggi Tutto »

Uno sguardo al futuro: storia e scenari del 5G

Uno sguardo al futuro: storia e scenari del 5G Sono passati ormai tre anni da quando è iniziata la distribuzione della rete 5G a livello mondiale. Fin da subito, le promesse e le aspettative a riguardo sono state altissime. ㅤ Tutto perfettamente lecito, perché parliamo di un’enorme rivoluzione, non solo per gli smartphone e i “tipici” dispositivi connessi a Internet, ma anche per le auto, le case, le industrie e le intere città. ㅤ In questo articolo avrai una panoramica del mondo 5G, che ti aiuterà a capire come si è arrivati a questa quinta generazione, scoprendo poi quali sono gli scenari per il futuro. ㅤ Lo faremo attraverso quattro passi: Che cos’è esattamente il 5G I vantaggi del 5G Da 1G a 5G: storia ed evoluzione L’impatto del 5G nel presente e nel futuro ㅤ ㅤ 1- Che cos’è esattamente il 5G ㅤ Con l’espressione “5G” (acronimo di 5th Generation) si indicano “Tecnologie e standard di nuova generazione per la comunicazione mobile”. ㅤ Si tratta della tecnologia di connessione che utilizzeranno non solo i nostri smartphone, ma anche e soprattutto gli oggetti della nostra quotidianità, che saranno connessi alla rete grazie al principio dell’IoT (Internet of Things), di cui abbiamo parlato nel precedente articolo sul nostro blog. ㅤ L’Internet delle Cose permette di interconnettere gli oggetti in contemporanea, con un’alta velocità e con tempi di risposta molto rapidi: elettrodomestici, automobili, semafori, orologi, macchinari industriali. Nei prossimi anni vedremo un completo cambio di paradigma, che sarà visibile ogni giorno e diventerà parte integrante della nostra realtà. ㅤ Dunque, il passaggio dalla tecnologia 4G alla 5G non sarà una semplice evoluzione, com’è stato per i precedenti passaggi. Sarà una completa rivoluzione, perché le caratteristiche tecniche che avrà il 5G saranno completamente diverse. Infatti, l’innovazione non sarà solo relativa alla quantità di banda e alla velocità di navigazione. Stiamo parlando di un nuovo modo di gestire le comunicazioni e la connessione a Internet, con un’infrastruttura e un processo di trasmissione dei dati che sarà differente rispetto a tutto ciò che abbiamo visto finora. ㅤ ㅤ 2- I vantaggi del 5G ㅤ Il primo vantaggio tangibile è sicuramente la maggior velocità di trasmissione: i tempi di risposta saranno molto più rapidi e ci sarà la possibilità di gestire contemporaneamente un numero molto superiore di connessioni. In più, ci sarà l’opportunità di dedicare una singola parte della rete solo ed esclusivamente ad alcuni servizi specifici. ㅤ Parlando di numeri, il 5G potrà potenzialmente raggiungere un picco di velocità di 10 Gigabit per secondo. Realisticamente, la velocità effettivamente raggiunta sarà di circa 250 megabit al secondo: 10 volte di più rispetto al 4G. ㅤ In termini di latenza, il progresso è impressionante. Con “Latenza” intendiamo il tempo necessario che l’oggetto connesso impiega per rispondere al comando. Con il 4G, il tempo di risposta è di circa 50/100 millisecondi: il 5G porterà questa tempistica a 1/10 millisecondi. ㅤ Parlando di millisecondi, potrebbe sembrare un argomento di poco conto. E probabilmente lo sarebbe, se stessimo parlando semplicemente il tempo di risposta per scaricare un pdf da un sito. ㅤ Ma dobbiamo sempre tenere in considerazione che il 5G cambierà completamente il paradigma della connessione Internet: le applicazioni nel mondo reale e nella vita di tutti giorni andranno ben oltre la connessione dati degli smartphone e dei tablet. ㅤ Pensa solo alle auto a guida autonoma: per evitare un incidente, una latenza di 1 millisecondo, anziché di 100 millisecondi, fa completamente la differenza. In più, c’è un ulteriore aspetto da considerare: nelle reti 5G gran parte del lavoro è svolto dal sistema di antenne (e non dalla componente hardware dello smartphone): questo potrebbe portare, come conseguenza, a un risparmio energetico e a una maggiore sostenibilità ambientale. Il beneficio per il consumatore finale potrebbe trasformarsi in una maggiore durata media della batteria degli smartphone e dei tablet. ㅤ E vale la pena sottolineare anche l’impatto per un’azienda, specie un’azienda produttiva e manifatturiera: un parco macchine interconnesso grazie all’IoT e al 5G porta dei vantaggi competitivi non indifferenti. Si parla della possibilità di avere un controllo dei costi in tempo reale, un miglioramento della produttività, un monitoraggio più preciso e la disponibilità immediata dei dati necessari per ottimizzare la produzione. ㅤ Questo ovviamente è direttamente legato alle opportunità dell’industria 4.0, che però non è il tema di oggi. Per approfondire, fai riferimento al relativo articolo sul nostro blog: clicca qui. ㅤ ㅤ 3- Da 1G a 5G: storia ed evoluzione ㅤ Negli ultimi quarant’anni, il progresso tecnologico e informatico è stato sensazionale e, sotto certi aspetti, sorprendente anche per gli addetti ai lavori. ㅤ Oggi siamo arrivati alla tecnologia 5G, ovvero di quinta generazione. Attualmente la rete è ancora principalmente 4G e la tecnologia 3G, che è ancora presente in alcuni luoghi particolarmente isolati, si trova in via di dismissione. ㅤ Facciamo un excursus di ciò che è successo in questi quarant’anni. ㅤ ➤ La tecnologia 1G nasce nel 1979: questa prima generazione di rete permetteva di effettuare chiamate dal cellulare. Ora ci viene da sorridere, ma ovviamente per l’epoca è stata una rivoluzione. ㅤ ➤ A cavallo tra il 1992 e il 1993, ecco sopraggiungere la tecnologia 2G: oltre alle chiamate, arriva l’sms. Nel frattempo, nel 1990 era già nato Arpanet, il protocollo “Http” e il linguaggio “Html”. L’anno successivo arriva ufficialmente il World Wide Web (www) e, pochi anni più tardi, inizia la speculazione sulle Dot-com. ㅤ ➤ Tutto ciò ci porta al nuovo millennio: negli anni 2000 assistiamo alla nascita della terza tecnologia di rete, il 3G. Arriva definitivamente la navigazione in Internet: il mondo inizia a essere connesso alla rete e ad avere un accesso potenzialmente infinito a nuove informazioni. ㅤ ➤ Il 2007 rappresenta un altro spartiacque: Steve Jobs presenta ufficialmente il primo storico modello dell’iPhone. Inizia a farsi strada la rete di quarta generazione (4G), che pochi anni più tardi diventerà la normalità. Con il 4G la navigazione da mobile viene potenziata e ottimizzata, trasformando lo smartphone in uno strumento importante e insostituibile. ㅤ ➤ Nel 2019 poi inizia l’applicazione del 5G,

Leggi Tutto »

Categorie

Scopri di più su di noi!

Riproduci video

I nostri servizi