Certificazione 231: Whistleblowing diventa obbligatorio, come gestirlo in azienda?

Negli intricati meandri della compliance aziendale, che ogni anno sembra diventare un labirinto sempre più complesso, sta nascendo una nuova preoccupazione per aziende di tutta Italia.

Si tratta della certificazione 231 che regola la gestione del “Whistleblowing”, o segnalazione interna.

Questa sta diventando una componente cruciale per le aziende che vogliono evitare grane legali.

Cosa sta succedendo esattamente? Cos’è il whistleblowing?

Il whistleblowing in azienda è un sistema attraverso il quale i dipendenti possono segnalare, in modo anonimo o meno, comportamenti illegali, eticamente discutibili o inappropriati all’interno dell’organizzazione.

Questo meccanismo fornisce un canale sicuro per esporre irregolarità senza timore di ritorsioni.

Le segnalazioni possono riguardare questioni come corruzione, frode, violazioni etiche o altre attività contrarie alle normative interne o leggi esterne.

L’obbligo di implementare sistemi di whistleblowing per la segnalazione di illeciti è adesso parte integrante della Certificazione 231.

L’obiettivo è prevenire e contrastare la commissione di reati all’interno delle aziende.

Chi riguarda la normativa? Una nuova sfida per molte aziende

Per quanto l’intento dietro la legge di creare un ambiente di lavoro sano e sicuro sia lodevole, la gestione del whistleblowing causa vari problemi a livello pratico e logistico.

Le aziende toccate dalle normativa sono le seguenti:

  • Tutti i soggetti del settore pubblico, compresi i soggetti di proprietà o sotto il controllo di tali soggetti
  • Tutte le aziende con più di 250 dipendenti a prescindere dall’adozione o meno di un Modello Organizzativo dal 15 luglio 2023
  • Tutte le aziende nel settore privato con più di 50 dipendenti e per le aziende con meno di 50 dipendenti che adottano il modello organizzativo 231, a partire dal 17 dicembre 2023.
     

Le aziende si trovano di fronte a una serie di sfide:

  • Molte sono confuse riguardo alle stesse norme, o non ne sono pienamente a conoscenza
  • Altre non sanno a chi rivolgersi e cosa fare esattamente
  • Altre ancora non hanno idea se gestire la questione internamente o se invece affidarsi a un partner esterno.
     

Quali sono i rischi legali e sanzioni in caso di violazioni?

La mancata adesione a questa normativa espone le aziende a gravi rischi, con sanzioni amministrative fino a 50.000€ nel caso in cui non siano state adottate procedure per I’effettuazione e la gestione delle segnalazioni – oppure se l’adozione di tali procedure non è conforme.

In questo contesto, avere una gestione accurata e conforme del whistleblowing diventa un must.
 

I vantaggi di adattarsi alle nuove normative

Quali sono i vantaggi tangibili per le aziende?

Detto questo, prendere atto della situazione attuale riguardo il whistleblowing e adattarsi di conseguenza offre una serie di vantaggi:

  • Miglioramento dell’ambiente di lavoro – Quando i dipendenti si sentono incoraggiati a segnalare cattive pratiche, si crea un ambiente di lavoro più etico e rispettoso, aumentando la soddisfazione e il coinvolgimento dei dipendenti
  • Protezione della reputazione – Affrontare tempestivamente e in modo responsabile le segnalazioni dei whistleblower può contribuire a proteggere la reputazione dell’azienda e a preservare la fiducia dei clienti, dei fornitori e degli investitori
  • Conformità normativa – Il whistleblowing aziendale aiuta le aziende a mantenersi in conformità con le leggi e i regolamenti applicabili, evitando potenziali sanzioni e conseguenze legali.
     

La soluzione su misura di Punto Com Group

Punto Com Group si pone come alleato prezioso in questo contesto, creando piattaforme di whistleblowing personalizzate per la tua azienda.

La continuità operativa e la sicurezza dei dati sono al centro della nostra offerta, garantendo che il processo di whistleblowing sia conforme a tutti i requisiti normativi.

I vantaggi della nostra Piattaforma:

  • Semplifica il processo di gestione delle segnalazioni con un’interfaccia semplice e intuitiva.
  • Fornisce un canale sicuro, protetto e conforme alla legge per la segnalazione di comportamenti illeciti.
  • Ti aiuta non solo a rendere la tua azienda un posto sicuro, ma a dimostrare di aver preso misure preventive, riducendo la responsabilità in caso di violazioni normative.
     

Contattaci per un preventivo gratuito sulla nostra soluzione su misura per la gestione del Whistleblowing

Non rischiare sanzioni inutilmente salate e crea un ambiente sereno, dove poter lavorare in conformità con le ultime normative.

Affidati a Punto Com Group per una soluzione che protegga la tua azienda da ogni rischio.

Vuoi saperne di più?

Contatta i nostri uffici al 030 7704489 oppure via mail a marketing@puntocomgroup.com

Chi è Punto Com Group?

Punto Com Group è un’azienda informatica che – dal 2001 – opera su tutto il territorio nazionale, fornendo supporto e soluzioni IT alle piccole e medie imprese italiane, alle grandi aziende e alla pubblica amministrazione.

Ci occupiamo di soddisfare tutte le esigenze legate al mondo dell’IT e, in particolare, progettiamo sistemi su misura per accelerare l’evoluzione tecnologica della tua azienda, aiutando il tuo business a crescere.

Scopri di più visitando il nostro sito o contattaci.

Ultime News

Categorie

Scopri di più su di noi!

Riproduci video

I nostri servizi

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sulle nostre offerte, gli eventi e le ultime novità. Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima le informazioni più interessanti e gli aggiornamenti esclusivi.